Cina: in arrivo 10 GW di nuovi impianti fotovoltaici senza incentivi

by editore
Consiglio dei Ministri

In Cina il governo avrebbe deciso di sostenere l’installazione di nuovi impianti fotovoltaici, per un totale di 10 GW, mediante l’utilizzo di strumenti alternativi alle classiche tariffe incentivanti. A riportarlo è il sito di PV Magazine. L’obiettivo è dare slancio al mercato dopo che il taglio degli incentivi aveva causato un brusco rallentamento delle nuove installazioni, con contraccolpi su tutto il mercato mondiale.

In questa occasione il governo intende favorire la diffusione dei nuovi impianti riducendo i costi non tecnici, e quindi quelli legati a terreni, tasse e connessione alla rete. Secondo la China Photovoltaic Industry Association, questi costi rappresentano attualmente oltre il 20% del finanziamento di ogni progetto. Il risparmio generato potrebbe quindi rendere ancora più redditizi i progetti fotovoltaici in Cina, anche senza sussidi governativi.

Entrando nel dettaglio, sono previsti dai 300 ai 500 MW di nuovi impianti fotovoltaici per ognuna delle 34 aree, tra province e regioni, del Paese. Già da ottobre 2018, in ogni provincia potrebbero essere installati fino a 500 MW di impianti fotovoltaici, per un totale di 10 GW complessivi. I lavori potrebbero partire il prossimo marzo e terminare entro massimo dicembre 2019. Se questa mossa dovesse concretizzarsi, il Paese potrebbe ripartire dopo la brusca frenata registrata nel 2018. Secondo alcune stime, infatti, quest’anno sono previsti 10 GW in meno di nuovi impianti, per un totale di 30-35 GW rispetto ai 40-45 GW stimati inizialmente.

Altre notizie su questo argomento:

05/06/2018 – Cina, nel 2018 previsto un brusco calo delle nuove installazioni FV (-25%)

B2B Weekly

 

 

 

 

condividi:
Share

Articoli Correlati